giovedì 29 maggio 2014

Zecche: cosa sono e come rimuoverle.

immagine zecca
Immagine zecca - fonte Wikipedia
Con l'avvicinarsi della stagione estiva, aumenta esponenzialmente il rischio di trovare sul manto lucido del vostro cane o gatto un piccolo esserino disgustoso e portatore di malattie anche molto gravi: la zecca.  

Leggete tutto il post per capire come rimuoverle in maniera efficace e definitiva, senza dover somministrare medicine al vostro pet.


Che cos'è?

La zecca fa parte di una sottofamiglia di acari chiamati Ixodida, parassiti pericolosissimi per l'uomo e l'animale, che "mordono" le loro prede specialmente da Aprile a Ottobre, ma sono in grado di resistere alle condizioni atmosferiche più estreme.
In genere sono solite appostarsi sull'estremità delle piante e cespugli aspettando pazientemente un uomo o un animale su cui poggiarsi.


Malattie legate alle zecche

cane con zecche
fonte: animalidalmondo.pianetadonna.it
Le zecche sono portatrici di diverse malattie, più o meno pericolose per l'uomo e per l'animale.

Una delle più famose è senza dubbio la malattia di Lyme, una malattia infettiva che colpisce la pelle e di solito non è così grave. Può essere curata mediante l'ausilio di terapie antibiotiche. I principali sintomi riguardano: zoppia, perdita di appetito, affaticamento e ingrossamento dei linfonodi.

Da varie ricerche in ambito veterinario è emerso che una delle più pericolose malattie indotte dalla puntura della zecca è senza dubbio la Babesiosi, che colpisce specialmente i cuccioli da 4 a 12 settimane di età. In seguito alla contrazione di questa patologia possono verificarsi vari shock, coma o addirittura morte dopo un solo giorno di infezione.
Numerose terapie possono essere messe in atto per debellare il virus, ma possono essere necessarie perfino trasfusioni ematiche nei casi più gravi. I principali sintomi sono riconducibili a: febbre, perdita di appetito e deterioramento delle condizioni generali.

Come rimuovere la zecca

Su internet sono disponibili numerosissime guide e tutorial vari per rimuovere la zecca efficacemente, ma ritengo che la migliore guida possa essere redatta solo in seguito all'esperienza personale.

Ecco cosa ho usato per staccare una piccola zecca da un cane.

guanti in lattice
Guanto in lattice - fonte: Wkipedia
  • acqua ossigenata
  • pinzetta
  • accendino
  • tovagliolo
  • guanti in lattice
Inumidire la zecca con un pò di acqua ossigenata, che servirà soprattutto per stordirla; dopo aver indossato dei guanti in lattice (fondamentale per non entrare in contatto in maniera diretta con la zecca, potrebbe essere fatale per l'uomo), con l'aiuto di una pinzetta tirare in maniera piuttosto decisa l'acaro dalla porzione di pelle sulla quale si era poggiato, fino a staccarlo totalmente; appena finito, riporla dentro un tovagliolo.
È necessario bruciare il tovagliolo con dentro la zecca, in quanto questi fastidiosi esseri sono particolarmente difficili da uccidere, infatti non muoiono nè affogandoli nè tentando di schiacciarli. Al termine dell'operazione è necessario controllare se sulla pelle del vostro piccolo amico peloso sono ancora rimaste delle zampette della zecca, in tal caso sarà necessario rimuovere anche quelle con la pinzetta, per evitare possibili nuove proliferazioni.

Si consiglia l'utilizzo di antiparassitari e/o collari antipulci, per prevenire il più possibile l'avvicinamento di questi pericolosi insetti.

Ad ogni modo, se non siete in grado di seguire questa guida o non vi sentite sicuri, recatevi immediatamente dal vostro veterinario di fiducia, che saprà consigliarvi adeguatamente sui passi da compiere.

N.B. In alcuni casi potrebbe essere necessario somministrare degli antibiotici al vostro cane o gatto.

Nessun commento:

Posta un commento

Tu che ne pensi?

Follow by Email

Translate