mercoledì 30 aprile 2014

Guardate chi dorme adesso

Fino ad oggi avete sempre pensato che soltanto i cavalli si addormentano in piedi.
Beh, vi sbagliavate.

Guardate questo simpaticissimo video, sarete smentiti!




domenica 27 aprile 2014

giovedì 24 aprile 2014

La Pet Therapy in pillole

Che cos'è la pet therapy?

 L'argomento è abbastanza delicato e probabilmente noioso per alcuni di voi, ecco perchè abbiamo pensato di spiegarvelo con una interessante infografica.



Infografica Pet Therapy
Pet Therapy


 A prescindere da qualsiasi terapia strettamente legata a una patologia medica, provate a fare una passeggiata col vostro cane quando siete particolarmente sotto stress, il vostro umore vi ringrazierà.


martedì 22 aprile 2014

lunedì 21 aprile 2014

Il bar Neko Cafè. Special Guest : 7 a-mici!

Oggi vi vogliamo presentare un'iniziativa davvero curiosa ed interessante, il Neko Cafè.

Che cosa vuol dire Neko?
Neko giapponese
Neko in giapponese.

E' una parola giapponese che vuol dire gatto (Ok, poteva passare l'inglese, ma adesso dovremmo capire anche il giapponese???).


Il Neko Cafè è un bar, sala da thè, che ha aperto a Torino il 5 Aprile in Via Napione 33, dall'iniziativa di Angelo e Barbara, due ragazzi che hanno da sempre avuto la passione per i gatti ed hanno deciso di condividerla creando un luogo all'interno del quale i loro 7 amici pelosi potessero sentirsi a proprio agio ed interagire con la gente che, come loro, ama la compagnia degli animali.

Che cosa posso gustare in questo innovativo bar?

Naturalmente svariati tipi di thè, caffè, frullati, bevande, dolci fatti in casa con particolare attenzione al mondo vegetariano e vegano, valorizzando specialmente prodotti genuini e biologici.

Lo sapevo, il solito bar uguale a tutti gli altri con l'aggiunta di qualche micio da accarezzare.
Non è proprio così, infatti il Neko Cafè prevede diversi servizi come il booksharing, delle sale di lettura, il WiFi gratuito ed inoltre i due proprietari organizzeranno diversi eventi, presentazioni di libri e workshop dedicati agli animali.
gatto sul divano
Gatto rilassato sulla poltrona.

Qual'è il loro obiettivo?
Migliorare la qualità della vita delle persone, facendo capire loro quanto può essere divertente e perchè no rilassante prendere un caffè in compagnia di dolci micetti pelosi che vagano tra i tavoli desiderosi di coccole e carezze.




gatto si lecca
Gatto che si lecca
C'è il rischio che mi ritrovi un pelo sulla mia fetta di torta?
Assolutamente no! I gatti hanno libero accesso al locale tranne alla zona dove si preparano, confezionano e si servono i cibi e le bevande. Nessuna possibilità di trovare brutte sorprese tranquilli.








Se volete maggiori informazioni vi consiglio di dare un'occhiata al loro sito Neko Cafè.



Logo Neko Cafè
Logo Neko Cafè
Personalmente riteniamo molto interessante l'idea avuta dai due proprietari del primo bar italiano per gatti. Iniziative come questa non possono far altro che sensibilizzare l'opinione pubblica verso la cura ed il rispetto di tutto il mondo animale. La compagnia di un cane  o un gatto migliora notevolmente la nostra vita (è provato scientificamente che le fusa e le coccole dei gatti riducono lo stress e sono un potente ansiolitico tutto naturale Leggete qui), e poi volete mettere la possibilità di trascorrere due ore di svago, bevendo un thè o un caffè avendo la possibilità di accarezzare uno dei sette micetti che vagano liberi per la sala? Contribuirà a farci tornare a casa col sorriso.

Fateci sapere cosa ne pensate.

sabato 19 aprile 2014

La leggenda del Ponte Arcobaleno

Quanto può essere difficile elaborare un lutto?

La scomparsa prematura del nostro amato amico a quattro zampe può essere davvero difficile da superare e da mandar giù, può lasciare strascichi imponenti nella nostra memoria e ricordi che non se ne andranno via molto facilmente.

Ma oggi con l'avvicinarsi della Pasqua, abbiamo pensato di raccontarvi una storia (ci aiuterà Willy nella narrazione) per tirarvi un pò su di morale; una storia impregnata d'amore, speranza e fedeltà.

La leggenda del Ponte Arcobaleno..

Non siate tristi quando andrà via, sarà felice come lo era quando trascorrevate il tempo insieme, e siate fiduciosi, un giorno vi ricongiungerete e sarete di nuovo felici insieme.


giovedì 17 aprile 2014

La storia di Nonna Giada

Purtroppo si sta avvicinando l'estate, diciamo "purtroppo" in quanto sono sempre più ricorrenti durante questa stagione gli abbandoni degli animali. Come possiamo notare dal sito Animali Nel Mondo i dati fanno davvero paura.
Per questo, oggi, abbiamo deciso, di riportarvi la storia di nonna Giada, cane da caccia, sfruttata oltre che per tale scopo, anche per la riproduzione fino all'inverosimile. Speriamo di sensibilizzarvi con questo post e di evitare il ripetersi di simili orribili azioni. 
Giaduzza è stata fortunata a trovare una famiglia che gli permettesse di poter vivere almeno la fine della sua vita in maniera decorosa, amata ed accudita come tutti meriterebbero, al contrario di molti suoi simili che hanno fatto una fine ben peggiore.

Vi preghiamo con le lacrime agli occhi, pensateci prima di compiere simili atrocità, ci sono persone ed associazioni che vi possono aiutare, per risistemare il vostro amico.


lunedì 14 aprile 2014

I cani preferiti dagli italiani, in infografica.


Quali sono le razze canine più amate e scelte dagli italiani?

Lo sappiamo bene che i meticci sono i preferiti dalle famiglie italiane.
Ma come si può evincere dall'infografica sottostante la scelta di un amico peloso con un pedigree è ancora molto diffusa.
I dati dell'ENCI (Ente Nazionale della Cinofilia Italiana) riportano che i cani iscritti all'Ente nell'anno 2012 risultano essere pari a 132981. Abbiamo riprodotto graficamente le prime dieci razze della classifica, menzionando inoltre, alcune delle  più diffuse. 

Infografica cani più diffusi
Classifica delle dieci razze di cani iscritti all' Enci nel 2012
Noi le amiamo tutte e non ne avremmo voluta escludere nessuna.

NB: le statistiche della popolazione canina utilizzate per comporre l'infografica sono state reperite nel sito dell'Ente Nazionale Cinofila Italiana (www.enci.it), aggiornate all'anno 2012

.

sabato 12 aprile 2014

Il condominio e l'animale domestico : che tragedia!

icona anti caneChe tragedia avere un animale domestico, tenerlo in casa ed avere a che fare con i non amanti degli animali, chiamiamoli così per essere gentili.

Siate onesti, chi tra voi non ha mai avuto un richiamo scritto o verbale (e noi ne sappiamo qualcosa) dai vicini, magari proprio dalla porta accanto e perfino dal piano sottostante?

"I vostri cani abbaiano troppo spesso, corrono tutto il giorno, perdono troppi peli, i vostri cani non possono camminare in casa dopo una certa ora (vi assicuro che ci è stato riferito)".

Una serie di problemi e di questioni infinite che purtroppo siamo costretti a subire, data la convivenza forzata
casa in campagna
in un complesso residenziale condominiale, tranne per chi ha la fortuna di poter abitare in una villetta indipendente.

E non ne saremmo pienamente sicuri neanche in questo caso, considerato il fatto che in qualsiasi posto si andrà ad abitare, si troverà sempre il vicino anti cane o anti gatto, la signora anzianotta che si lamenta anche soltanto per la presenza del nostro piccolo amico, attribuendogli la colpa seppur a distanza rilevante dal suo balcone, della presenza di un microscopico pelo sulle sue lenzuola bianchissime appena lavate.

Una soluzione pratica, immediata e veloce? Attaccare i peli persi dal vostro amico a quattro zampe con la colla per non farli volare via! O fare a botte coi vicini!

Scherzi a parte, è una problematica seria che va affrontata con delicatezza ed intelligenza, pena il sorgere di controversie, talvolta anche molto pesanti tra condomini, che è sempre preferibile evitare -con qualche accorgimento. (Qualora foste interessati esclusivamente alle leggi per tutelare voi e il vostro amico peloso, saltate direttamente a fine post.)

I cani abbaiano per natura, e diciamocela tutta, a volte possono anche dare molto fastidio e tutto ciò può accadere per una serie di fattori che possono dipendere dalla razza del cane, dalla sua attitudine naturale ad essere attirato dagli stimoli esterni ma non solo, i bisognini che fanno sul balcone potrebbero andare a finire proprio sui balconi sottostanti e siamo d'accordo sul fatto che in questo caso, i principali responsabili siamo noi padroni (vedi articolo #Educazione dei padroni).


E' compito del padrone assicurarsi che il proprio cucciolo sia tenuto con le migliori condizioni igieniche possibili, ed è soprattutto compito del padrone quello di educarlo a tenere un comportamento corretto che possa evitare di ledere il vicinato e contribuire al vivere civile.
Dall'altro lato è pur vero che lo Stato italiano tiene conto del "diritto all'animale", diritto di tenere come compagno un animale domestico.
Quindi, è meglio adottare la nostra tecnica Zen (non vale la pena arrabbiarsi, non tutti amano gli animali) o sbattere in faccia la legge ai rompiscatole che si lamentano per partito preso?

A tal proposito desideriamo elencarvi ed illustrarvi alcuni riferimenti normativi che possono tornare molto utili :
disturbo quiete pubblica
  • l'articolo 1138 del Codice Civile prevede che "le norme del regolamento non possono vietare di possedere o detenere animali domestici" ed a prescindere da qualsiasi legge condominiale, clausola contrattuale di affitto o di proprietà, tutte possono essere annullate con un ricorso presentato al giudice di pace (tranne casi palesemente chiari di mancanza di igiene, disturbo alla quiete pubblica o maltrattamento);
  •  gli orari sensibili e le regole per i rumori molesti provocati da un cane sono assolutamente paragonabili ed equiparabili alle urla dei vicini in preda ad una crisi isterica, alle terribili canzoni (e ce ne sono tante ahimè) che odiate, sparate a volume 40 sullo stereo; pertanto vi informiamo che è consentito dalle 8 del mattino alle 10 di sera. Fate molta attenzione però agli abbai notturni, poichè è previsto che l'abbaiare ininterrotto dei cani possa comportare un risarcimento (a carico dei padroni) anche se il disturbo riguarda soltanto uno dei vostri vicini psicopatici. Tranquilli però, nessuna sentenza ha mai comportato l'allontanamento del cane dall'abitazione!
    cane aspetta ascensore
  • ascensore, scale, parti comuni del condominio: l'articolo 1117 del Codice Civile definisce le parti comuni, quelle appena citate, come spazi usufruibili indistintamente da ogni membro condominiale, cane, gatto, bambino o anziano che sia, possono accedervi, ovviamente nel rispetto delle normative igienico sanitarie e del decoro urbano.
Adesso sapete come difendervi nella giungla condominiale!

sabato 5 aprile 2014

Alimentazione animali : la dieta BARF

Come alimentate i vostri animali?
Anche voi siete schiavi delle case mangimistiche? 

cane che osserva una fetta di carne
Magari vi propinano un alimento specifico per cane o gatto come se fosse il migliore del mondo, trattato con ingredienti prelibati e scelti accuratamente, quando invece poi si va a scoprire che è soltanto un cibo pieno di additivi e che la sua composizione non rispecchia quasi mai quello che viene promesso e pubblicizzato, le materie prime usate non sono altro che derivati e scarti di quello che è riportato sull'etichetta.
Oggi vi proponiamo un'interessante alternativa, che sta prendendo sempre più piede tra gli animalisti appassionati e non: la dieta BARF.
BARF sta letteralmente per bones and raw foods (l'inglese è sempre più figo dell'italiano per esprimere un concetto) e si tratta di un particolare tipo di dieta, tutta a base naturale, grazie alla quale il padrone saprà sempre al 100% di cosa andrà a cibarsi il proprio amico peloso.

prodotti all'aglio per caniInnanzitutto, la varietà degli alimenti e non la monotonia del croccantino (stesso gusto, stessa consistenza) fa si che il cane o gatto mangi con più appetito, e soprattutto cibo più sano, che lo rende felice e migliora notevolmente anche la sua condizione fisica, rende il pelo più lucido, la muscolatura più definita e un alito decisamente più gradevole (non sarete più costretti ad utilizzare una maschera a gas quando il vostro cane si avvicina :-P).

Oltre ad evitare molte delle patologie che colpiscono i nostri dolci amici.
Ok, abbiamo dato una definizione a sommi capi fino ad ora, ma come si fa questa benedetta dieta?
gatta in una cesta
Il primo passo da compiere è quello di mettere il vostro cane o gatto su una bilancia (difficile farlo stare fermo vero??) e pesarlo.
AmericanstaffordshireIl secondo step è quello di pensare allo stile di vita dell'animale (per stile di vita non intendiamo mica sapere se il vostro cane esce con gli amici a farsi una birra), se esce spesso a correre o a fare lunghe passeggiate o se preferisce poltrire sul divano o se impegnato nell'addestramento. Una volta inquadrato lo stile di vita si determina una dieta che si svilupperà tra il 2-3% del suo peso corporeo.
Un cane che pesa circa 10 kg e sta sul divano dalla mattina alla sera, mangerà un pasto di circa 200 grammi, giusto per farvi l'esempio.
Ma come li dividiamo questi 200 grammi?
Il 60% sarà di origine animale, il restante 40% sarà diviso tra frutta e verdura, quindi un piatto allegro e colorato per il nostro amico a quattro zampe.
pomodori
Il nostro amico Alessandro Cortese, prossimo veterinario e stimato allevatore della razza di cane American Staffordshire Terrier ci propone una dieta tipica che somministra ai suoi cani.
Per quanto riguarda le fonti di origine animale usa alternare ogni due giorni tritato di pollo con ossa e interiora comprese, un mix di 50 e 50 di trippa sporca bovina e salmone tritato, o in alternativa carne di agnello. Per quanto concerne invece la fonte vegetale, utilizza di solito minestroni surgelati, fatti bollire prima e frullati poi, o verdura a foglia verde come lattuga, broccoli e spinaci, e frutta di stagione.
Si può persino aggiungere un pò di pane tostato. E' di fondamentale importanza alternare tre tipi di olio: olio di canapa, olio di salmone ed olio di fegato di merluzzo, per garantire un ottimo apporto di vitamina E e acidi grassi come omega 3 e omega 6.

Il risultato, splendido a nostro modo di vedere è questo :

mercoledì 2 aprile 2014

Dog vs Cat - Cane contro gatto

Dopo avervi tediato ( ancora termini da Accademia della Crusca
scusatelo è più forte di lui) con vari post dedicati ai nostri amici a quattro zampe
oggi vi presentiamo un video divertente con protagonisti Duna,
 la nostra cagnolina che preferisce giocare con i gatti anziché con i cani, e 
Nano un simpatico gattino i quali sono intenti a contendersi un pupazzo.


In alternativa potete visualizzare il video qui: https://www.youtube.com/watch?v=n3U6phykgco

Follow by Email

Translate